Calendario eventi

Cerimonia del Giuramento e della Stima del Palio
Sabato 29 Aprile 2017, 21:30 - 23:59
Visite : 136

Primo atto ufficiale del Palio 2017.

ore 21.30 avvio del Corteo con il seguente percorso:

 Piazza Cattedrale, Via Caracciolo, Piazza Cairoli (lato verso Piazza Santa Caterina), Corso Alfieri, Via Gobetti, Piazza San Secondo 

 

Cerimonia del Giuramento dei Rettori

Il cerimoniale si apre con la chiamata e l’investitura dei Rettori: il Sindaco consegna il “medaglione” recante il simbolo del Palio di Asti ed il Capitano tocca con la spada la spalla sinistra di ogni Rettore, eletto democraticamente dall'assemblea di ogni popolo dei 21 confratelli partecipanti al Palio di Asti: da questo momento sono ufficialmente i rappresentanti dei Rioni, Borghi e Comuni.

Al termine dell’investitura dei Rettori segue il giuramento del Capitano del Palio e dei Magistrati: il sindaco chiede loro “Nel nome di San Secondo Patrono di Asti e nello spirito dei valori astesi giurate fedeltà al Palio ed ai suoi messaggi di libertà e tradizione? Giurate voi?" Capitano e Magistrati rispondo secondo il rito “Lo giuro”.

Dopo questo primo momento, in cui le massime cariche del Palio di Asti hanno giurato sul Codice Catenato, segue il giuramento dei Rettori: il Capitano recita la formula “Nel nome di San Secondo Patrono di Asti e nello spirito dei valori civici di libertà, solidarietà, operosità, sanciti nel Codice Catenato e negli Statuti Astesi, secondo le consuetudini indicate nei testimoniali del Palio degli ultimi secoli, Signori Rettori giurate voi di comportarvi con lealtà ed onore? Giurate voi?”, i Rettori portando la mano destra sul cuore, rispondono coralmente “Lo giuro”.

 

Cerimonia della Stima del Palio

La Stima del Palio affonda la sue radici nella tradizione storica della città di Asti; imprescindibili sono infatti le regole che fissano dimensione, fattura e colore del maggiore premio della corsa: il Palio che deve essere di velluto cremisi di ottima fattura, deve misurare 16 rasi quello per la corsa e 10 rasi quello per la Collegiata (il raso è un'antica misura piemontese che corrisponde a circa 60 cm).

Gli estimatori giurano sul Codice Catenato degli Statuti Astesi di "bene e fedelmente adempiere all'estimo che mi viene affidato", controllano che i due drappi corrispondano per misura e fattura, e solo allora appongono il sigillo comunale in cera lacca, indicante l'idoneità dei Palii.

I drappi vengono arrotolati sotto al labaro che accompagna il Palio e che ogni anno porta la frma di un Maestro del Palio di nota fama nazionale ed internazionale.

Al termine della stima con tanto di verbale sigillato con ceralacca, il Sindaco della Città di Asti dichiara: "In nome della città e del Consiglio del Palio dichiaro che il Palio dell'anno di grazia 2017 è solennemente indetto secondo gli antichi statuti e regolamenti, e si correrà ad Asti domenica 17 settembre in Piazza Alfieri".

L'ultimo atto di questa cerimonia è "l'Esposizione dei Palii" al popolo, dal balcone di Palazzo Civico: il corteo solenne delle autorità rientra nel Palazzo Civico scortando i drappi fino al balcone che dà sulla Piazza del Santo, dove i Palii, secondo l'antichissima consuetudine, al suono delle chiarine comunali vengono "esposti" al popolo e presentati ufficialmente: il Palio è ufficialmente indetto!