Il Maestro del Palio 2017

Giorgio Ramella

Giorgio Ramella nasce a Torino il 24 febbraio 1939. Terminati gli studi classici si iscrive al corso di pittura di Enrico Paulucci e di tecniche incisorie di Mario Calandri presso l'Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. La sua prima esposizione alla Galleria La Bussola risale agli anni sessanta; la sua primaMaestro Palio Ramella mostra personale risale al maggio del 1964 sempre presso la Galleria La Bussola. Sempre negli anni sessanta espone le proprie opere in importanti mostre quali il Premi San Fedele a Milano (1961), il Premio Michetti a Francavilla al Mare, il Premio Scipione a Macerata e alla Quadriennale Nazionale a Roma. Nel 1965 ottiene il primo premio per la pittura al Premio Nazionale Villa San Giovanni. Partecipa inoltre a mostre fuori dai confini nazionali: Parigi, Bruxelles, Ginevra, Buenos Aires, Palio per la corsa 2017Toronto, San Paolo del Brasile. Nel 1985 esece la mnografia "Un pittore dipinge la pittura" (edizioni Fabbri); nel 1990 ad Acqui Terme la mostra "Due stagioni allo specchio" mette a confronto le opere del primo periodo con quelle degli anni ottanta. Nel 1991 partecipa all'esposizione "Segni, strutture, immagini" presso la Galleria Salomon di Torino e nel 1993 espone al Palazzo del Comune di Spoleto.

La Fondazione De Fornaris acquista per la GAM di Torino la "Crocifissione" esposta den Convento di San Bernardino di Ivrea. L'opera sarà anche esposta a Lione e al Palazzo Ducale di Mantova in occasione della mostra "La croce e il vuoto". Tra il 1994 e il 2000 espone i "Graffiti" alla Maze Art Gallery di Torino, al Castello di Barolo, alla Galerie Unter Turm di Stoccarda e al Museée Departemental de la Prehistoire a Solutré Macon. Espone inoltre alla Galleria La Nuova Gissi di Torino (2001), al Convento dei Cappuccini di Caraglio (2003), al Complesso del Vittoriano a Roma (2006), alle Officine Grandi Riparazioni di Torino (2009) e a Palazzo Chiablese (2011).

 

fonte: www.giorgioramella.it